Laboratorio per Penetration Testing – Parte 3

L

NOVITA’ 2019!

Parliamoci chiaro: non puoi pensare di diventare un ETHICAL HACKER senza conoscere almeno un LINGUAGGIO DI PROGRAMMAZIONE!

Accedi adesso al corso “PYTHON PER HACKER – 2019”

Oltre 10 ORE di VIDEO LEZIONI e oltre 100 CODICI PRONTI DA ESEGUIRE!




Avvio delle macchina virtuali

Adesso sei pronto per “far partire” le macchine virtuali. Se hai effettuato correttamente tutte le operazioni descritte in precedenza, le macchine saranno tutte avviate e avranno come indirizzo IP quello assegnato in precedenza. Ad esempio Kali Linux potrebbe avere come IP 192.168.10.1, Windows 7 un valore come 192.168.10.2 e Windows 10 un valore come 192.168.10.3.

Tieni conto che queste macchine virtuali adesso potranno solo parlare tra loro e non potranno comunicare su Internet. Se ne avessimo la necessità dovremmo modificare l’adattatore di rete e impostare la modalità NAT. Se non ricordi la differenza tra le due cose, significa che devi rileggere la parte precedente!

Installazione dei VMware Tools

Un’altra operazione che dovrai eseguire è l’installazione dei VMware Tools. Non sono altro che un insieme di funzionalità che migliorano le performance globali della tua macchina virtuale. Non ti annoierò con i dettagli. La procedura è molto semplice: ti sarà sufficiente una ricerca su Google utilizzando le parole chiave ”installazione dei vmware tools su Kali” o su Windows, ovviamente.

Verifica connettività delle macchine virtuali

Ultimo sforzo: dobbiamo verificare che le macchine virtuali riescano a parlarsi tra loro. I passi che dovrai eseguire sono:

  • Verifica della correttezza dell’indirizzo IP assegnato alla macchina virtuale.
  • Lancio del comando “PING” verso ognuna delle macchine virtuali e verificare che la risposta sia positiva.

Vediamo insieme come fare:

  • Accedere alla macchina KALI e lanciare da terminal il comando “ifconfig”, verificando che sia presente l’indirizzo IP assegnato.
  • Accedere alla macchina Windows7/10 e da command line digitare il comando ”ipconfig” verificando che sia presente l’indirizzo IP assegnato.
  • Prendere nota di questi indirizzi IP.
  • Dalla macchina KALI digitare il comando “ping indirizzoIPWindows7/10” verificando che la risposta sia positiva e che non ci siano pacchetti persi nella risposta.
  • Dalla macchina Windows7/10 digitare il comando “ping indirizzoIPKali” verificando che la risposta sia positiva e non ci siano pacchetti persi nella risposta.

Se tutte le risposte sono positive, possiamo iniziare a lavorare. La creazione del laboratorio è terminata.

Aggiungi un commento

Articoli recenti

Categorie